Ita – Eng

Sa Chida Santa in Cuglieri

La Settimana Santa di Cuglieri è una delle più belle e caratteristiche di tutta la Sardegna. 
Il mio potrebbe essere un giudizio di parte, visto che sono Cuglieritano al 100%, ma credo che basterebbe assistervi una sola volta per innamorarsene.
Il paese si trova nella costa ovest della Sardegna, nel territorio del Montiferru, sulla sommità di un altopiano basaltico, a 480 metri sul livello del mare, immerso in un paesaggio montano caratterizzato da uno splendido paesaggio con fitti boschi, fiumi e sorgenti.
Con i riti della Settimana Santa, il paese di Cuglieri rievoca le vicende della passione di Gesù.
Sono quattro giorni di pura passione religiosa, quattro giorni dove un’intera comunità partecipa ad un rito che ha origini nel 1500, e lo fa in una maniera silenziosa e composta.
L’asse portante dell’intero evento sono le cinque confraternite (Arciconfraterinita di Santa Croce, Confraternita dell’Addolorata, Confraternita del Ss Rosario, Confraternita della Madonna del Carmelo e Confraternita di San Giovanni) e i cantori che eseguono lo Stabat Mater e il Miserere (che potete ascoltare in sottofondo) in una maniera unica nel suo genere in Sardegna, in quanto vengono eseguiti camminando, il che ne aumenta il grado di difficoltà.
Il culmine di queste giornate si ha il venerdì, con i riti de s’ingravamentu (crocifissione) e de s’igravamentu (Gesù viene tolto dalla croce e accompagnato al sepolcro).
Credo sia difficile, a parole, far capire la bellezza di un rito che andrebbe vissuto dal vivo.
Lascio la parola alle immagini con la speranza che riescano a far percepire l’atmosfera che si respira durante questi giorni.